Overblog Suivre ce blog
Editer l'article Administration Créer mon blog
Moda 2016

Moda 2016

Modi di vestire e di essere

La moda del “mix and match”: abbinare con grinta!

Nelle ultime sfilate di moda gli stilisti hanno portato in passerella delle modelle vestite in maniera molto originale: innanzitutto niente tacchi e poi abbinamenti inconsueti, tra capi come dire che di solito sono “alternativi”. Mi spiego meglio. New York, Londra, Milano e Parigi: tutti d’accordo. Non solo la moda è stupire ma soprattutto la moda è ringiovanire vecchio abitudini, innovare, nello stesso tempo rendere mettibile un capo che magari è improbabile.

Abbiamo cioè visto sfilare gonne leggere con sotto dei pantaloni, abiti di chiffon abbinate a camicie che facevano capolino dalle scollature, sneackers ai piedi di modelle elegantissime. Probabilmente non si sono stupite le modelle ma sicuramente questa moda mette a dura prova la rassicurante donna di provincia con un guardaroba invidiabile di tagli sobri e proporzionati, colori classici, decolleté e stivali alquanto impostati.

Il modello non è più quello della segretaria che sculetta con occhiali a montatura in vista e camicie leggere su gonne aderentissime, ma è una donna che mima una situazione di parità tra i sessi, che non fa della gonna un oggetto di seduzione, che guarda al comfort e alla propria autostima senza per questo richiedere troppa approvazione dall’universo maschile.

Una nuova moda forse sta per nascere, forse, dove non c’è più la tipica competizione femminile o la corsa ad essere la preferita del capo. Ma c’è una consapevolezza nuova a cui farebbero bene le donne ad attingere, un nuovo modello a cui rifarsi di cui farebbero bene ad approfittare. Una donna forse ambiziosa ma che incanala le proprie energie non a distinguersi dalle altre sulla base di valutazioni maschili, ma per proprie autentiche qualità.

In questo grande e profondo abbozzo di rivoluzione c’entrano anche gli uomini e le stiliste per moda maschile: se le donne potranno indossare leggerissimi vestiti da cockail potendo evitare di morire assiderate grazie ai pantaloni di stoffa che metteranno sotto le gonne, gli uomini potranno a loro volta portare tessuti più morbidi, abiti dal taglio più elegante e meno “manager”, cappotti, sciarpe e ancora gonne. Il maschio in particolare nelle ultime sfilate, chiede aiuto alla natura per ricomporsi sia al suo essere primitivo, sia al suo branco. Non è solo la sua fragilità che grida aiuto, è la fragilità di questi tempi, in cui tutti si difendono e toccherebbe a loro fare sempre il primo passo, ma poi resterebbero invischiati in un ruolo troppo impegnativo e preferiscono ritirarsi.

Anche per l’uomo vale l’ideo degli strati, della sovrapposizione, dell’atteggio e del richiamo all’altro sesso. Sempre alla ricerca della nuova identità, ormai persa quella che ci aveva visto nascere. Una trasformazione ancora “work in progress”.

La moda del “mix and match”: abbinare con grinta!
La moda del “mix and match”: abbinare con grinta!

Partager cet article

Repost 0

Commenter cet article